Acqua

La birra è fatta soprattutto di acqua. Ed è proprio l'acqua, prima ancora della ricetta, a rendere una birra unica. Il nostro stabilimento sorge lungo le rive del fiume Soligo, nel quale confluisce l'affluente Follina, uno dei più brevi corsi d’acqua in Italia, ed è circondato dalle verdi colline della Pedemontana Trevigiana. Un'acqua, quindi, naturalmente pura, autentico dono della natura e di questo splendido territorio.

Lievito

s. m. [lat. *lĕvĭtum per il lat. class. levatum, part. pass. di levare «alzare»]

I lieviti sono microrganismi particolarmente simpatici e generosi, poiché si occupano di trasformare gli zuccheri in alcol e anidride carbonica: in altre parole, sono i responsabili della trasformazione del mosto in birra (grazie al processo che tecnicamente si chiama fermentazione). Non solo: contribuiscono anch'essi a conferirle gusto e aroma. I lieviti che utilizziamo per la produzione delle nostre birre rientrano nella grande famiglia dei Saccharomyces cerevisiae: sono quindi birre ad alta fermentazione. Il ceppo che impieghiamo nella produzione è stato selezionato con l'obiettivo di conferire alle nostre birre specifiche caratteristiche, a seconda della tipologia.

Luppolo

s. m. [dal lat. mediev. lupulus, der. del lat. class. lupus «lupo», che in Plinio è nome di un’erba (prob. il luppolo stesso)]

Uno dei quattro ingredienti delle nostre birre, ha una duplice azione: regala al mosto i suoi profumi e la caratteristica nota amara, e agisce da conservante naturale rendendo stabili le caratteristiche della birra nel tempo (nel corso della Storia è stato infatti il principale fattore di diffusione della nostra amata bevanda in tutto il mondo).
L’aroma delicato, floreale, con note speziate delle nostre birre è conferito dall'interazione dei nostri lieviti con speciali luppoli che selezioniamo prevalentemente in Germania.

Malto

s. m. [dall’ingl. malt]

Si tratta, in sostanza, di chicchi di cereali (principalmente orzo e frumento, ma possono essere usati anche riso, farro, segale...) che vengono idratati per farli germinare, quindi nuovamente essiccati e infine tostati. Questo processo, chiamato maltatura, è indispensabile per la produzione di birra perché il cereale maltato, a differenza del cereale originale, oltre all'amido contiene degli enzimi che si formano durante il processo di maltatura, responsabili della trasformazione, durante l'impasto, dell'amido in zuccheri fermentiscibili e non fermentati che quindi possono venire trasformati in alcol. Il malto determina la corposità e il colore della birra. Per le birre ad alta fermentazione, come nel nostro caso, oltre all'orzo si possono utilizzare anche altri cereali: noi utilizziamo speciali miscele di malti diversi, selezionate per le diverse ricette.

Passione

È il nostro ingrediente segreto. Perché? Venite a trovarci, lasciatevi raccontare la nascita del birrificio e i tanti aneddoti ad esso legati, o semplicemente, godetevi un boccale in compagnia: lo scoprirete.